giovedì 4 giugno 2009

La Ricottorta: Torta di Ricotta

La Ricottorta è una torta di ricotta. L'ho chiamata così perché mi piaceva come suonava, lo trovo simpatico come nome e allo stesso tempo, è un modo per evitare di creare all'interno del blog, troppe repliche di "torta di ricotta" anche se credo che sarà un'impresa ardua :-D

La Ricottorta

Questa torta è buonissima, perfetta per gli amanti dei dolci con la ricotta e non solo. Inutile dire che la ricotta deve essere di buona qualità.
L'ho arricchita con uvetta e gocce di cioccolato fondente messi sulla base di pasta frolla ma, è bene dire, che sono assolutamente facoltativi o si può scegliere, ad esempio, di mettere solo l'uvetta. Personalmente, mi piace il contrasto che si crea tra il cioccolato fondente e la dolcezza dell'uvetta.

Cioccolato e Uvetta

In cucina, trovo affascinanti i contrasti, non solo quelli che riguardano i sapori, ma anche quelli che si creano con i colori o la diversa consistenza dei cibi. Non so...avete presente la panna chiarissima, cremosa e fredda sul caffè nero bollente e magari amaro? Di esempi simili se ne potrebbero fa tanti ma credo sia meglio tornare alla ricetta!

Ingredienti (per uno stampo da 26cm):
Per la Pasta Frolla:
200g di farina
75g di burro freddo a pezzi
85g di zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito in polvere

Per il Ripieno:
500g di ricotta
40g di amido di mais (20g + 20g)
175g di zucchero
300ml di latte
3 uova (tuorli + albumi)
1 bustina di vanillina
80g di uvetta lavata ed asciugata (facoltativo)
50 g di cioccolato fondente (facoltativo)

Procedimento
Prepariamo la pasta frolla impastando rapidamente tutti gli ingredienti, formiamo la palla, la avvolgiamo nella pellicola e la lasciamo riposare in frigorifero per almeno 20', qui ci sono le foto con i passaggi della realizzazione. Trascorso il tempo, stendiamo l'impasto sulla spianatoia infarinata e la disponiamo nello stampo con il solo fondo coperto da carta forno, tagliamo l'eccesso per ricavare un bordo alto 4cm (questa operazione può anche essere fatta in anticipo, teniamo lo stampo in frigo fino a quando il ripieno non sarà pronto).
Intanto, in una pentola, mettiamo a fuoco spento lo zucchero con la vanilina e 20g di amido di mais, stemperiamo con un po' di latte, quindi versiamo quello rimanente e portiamo a ebollizione. Facciamo bollire per 1'-2', quando la crema vela il cucchiaio è pronta. Spegnamo il fuoco, trasferiamo la crema in una terrina, la copriamo con la pellicola e la lasciamo raffreddare. A questo punto uniamo la ricotta e i tuorli alla crema e mescoliamo. Montiamo gli albumi con 20g di amido di mais e lo uniamo delicatamente, al composto precedente. Sul fondo della torta disponiamo l'uvetta e il cioccolato fondente tritato, vi versiamo sopra il ripieno, lo livelliamo bene e inforniamo a 200° per circa 1h e 20' o fino a quando la superficie della torta non sarà bella dorata:


La sformiamo e la lasciamo raffreddare. Volendo possiamo cospargere la torta con lo zucchero a velo ma io non lo metto, a me piace così, bella "rustica"! :-) Ritornando alla presenza del cioccolato fondente e dell'uvetta, direi che mi piacciono anche perché trovo la fetta...bella ricca!

La Ricottorta
La Ricottorta

La fetta
La Ricottorta - Fetta


Condividi

51 commenti:

  1. Questa è proprio golosisssssima!! mmm...

    RispondiElimina
  2. ammazza che bontà... io adoro la ricotta nei dolci!!! complimenti...
    eva

    RispondiElimina
  3. una delizia....è assolutamente da provare complimenti!!!ciaooo

    RispondiElimina
  4. Ma che bel nome... mi piace!!!!!Ma quanto è buona!!!!!!!! purtroppo finchè non mi trovo un sostituto della ricotta.. mi posso limitare a guardare questa stupenda torta e magari mangiarne una fetta virtuale!!!un bacione...

    RispondiElimina
  5. Ottima davvero!!!
    Anche io amo i contrasti dei sapori, poi l'associazione tra uvetta e cioccolato è magnifica!!!!
    Anche questa è da provare!!!!
    ciaoooo

    RispondiElimina
  6. carissima questa è la mia torta preferita per eccellenza!!! pensa che quando torno in Puglia mio suocero che è pasticcere puntualmente me ne prepara 2 -3 da portarmi a Verona!!! devo provare a farmela da sola!!! grazie per la ricetta! baci..

    RispondiElimina
  7. @marsettina, Federica, eva85, emamama: Ve la consiglio, grazie! :-****

    @Claudia: Wow, ti piace il nome :-D! Per te allora virtuale...grazie!

    @Lady Cocca: Come me ;-) Grazie!

    @Micaela: Posso dirti che t'invidio un po' perché hai il suocero pasticcere? :-D Provala, magari è simile a quella che fa lui, chissà! Grazie :-*

    @Vera: Thank you!

    RispondiElimina
  8. Quant'è bella, tania... e come dev'essere buona... quasi quasi, se trovo aperto il formaggiaio di fiducia, mi ci fiondo subito e per stasera provvedo...
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  9. Adoro la ricotta nei dolci!
    Proverò assolutamente questa ricottorta il prima possibile, anche se in questo periodo, per motivi di lavoro, ho un po' abbandonato i fornelli!

    RispondiElimina
  10. Complimenti, Tania...dalle foto sembra di percepirne il gusto delicato ed il profumo!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Buonissima! Segno la ricetta. I dolci li preparo poco, ma quelli con la ricotta li trovo irresistibili. Baci Giovanna

    RispondiElimina
  12. adoro le torte alla ricotta!!
    questa è irresistibile!!

    RispondiElimina
  13. Nome simpaticcissimo e la tua torta è molto golosa. Certo che la ricotta è un ingrediente meraviglioso!

    RispondiElimina
  14. @alessandra: Grazie! Fai bene ad andare dal formaggiaio di fiducia, ne vale la pena per questa torta!

    @minnie: Va bene, spero che tu possa liberarti presto per godere di questa delizia ;-), grazie!

    @Simo: Grazie, se è così mi fa tanto piacere!

    @Giovanna: Allora questo fa per te, grazie!

    @Chiara: Grazie mille!

    @dada: Grazie! Hai ragione, con la ricotta si possono fare cose eccellenti!

    RispondiElimina
  15. Che delizia..segno tutto!!
    E' pericolosa per me questa tortina..fa parte di quelle che mi mangerei già da calda..senza nemmeno aspettare il tempo di raffreddamento che merita.

    RispondiElimina
  16. La trovo deliziosa!!!ottima trovata!!Complimenti!!!
    Baci ...

    RispondiElimina
  17. WOW...ma questa torta è uno spettacolo...che brava che sei???????le tue torte sono sempre perfette!!!!!!

    RispondiElimina
  18. @michela: Ho il tuo stesso problema...ma cerco di resistere :-)

    @*Mariarita*: Grazie, baci!

    @Alessandra: Sei troppo buona, grazie!

    RispondiElimina
  19. ciao tania nn conoscevo il tuo blog
    strepitosoooooo ti aggiungo a preferiti!
    e questa torta è super!
    bacioniii lalla

    RispondiElimina
  20. complimenti è davvero bellissima....e l'abbinamento uvetta e cioccolato mi ispira molto...la proverò sicuramente.cioa katia

    RispondiElimina
  21. Da svenimento. Con mio sommo piacere un'altra meraviglia con la ricotta, slurp!
    Un bacione,
    m.

    RispondiElimina
  22. @Lalla: Grazie infinite Lalla, sono contenta che il blog ti piaccia! Baci.

    @dolci chiacchiere: Grazie! L'abbinamento uvetta e cioccolato è facoltativo ma io lo consiglio vivamente!

    @Mariù: Mettiamola così: con la ricotta è altamente probabile che si faccia qualcosa di...buono! Baci.

    RispondiElimina
  23. Ehi ehi ehi...abbiamo avuto un pensiero simile, la tua torta ha un aspetto fantastico, sara' buonissima, anche io amo molto i dolci con la ricotta. ciao ciao

    RispondiElimina
  24. Il dolce si presenta molto bene, ma perchè hai usato l'amodo di mais?

    RispondiElimina
  25. Odioooooo che delizia!! Mi piace da morire... Sbav!
    L'esempio del contrasto caffè caldo-panna fredda è molto calzante... Vorrei scriverne uno anch'io ma ora sono troppo cotta *_*
    (ros)marina

    RispondiElimina
  26. volevo scrivere oddio... non odio....
    l'ho già detto che sono cotta? :)

    RispondiElimina
  27. @sally: Caspita, una bontà pure la tua! Baci.

    @alessandra: L'ho usato perché così si ottiene una crema perfettamente liscia :-)

    @Marina: Si, ammetto che è deliziosa, grazie! Quelle oooooo non fanno mica notare la d in meno! ;-)

    RispondiElimina
  28. Buonissime le torte alla ricotta, sono la mia passione. Un abbraccio

    RispondiElimina
  29. Mamma mia com'è golosa questa torta...vorrei tanto averne una fetta da provare....felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  30. ciao "fatina delle torte"...premiuccio per te...passa da me!!

    RispondiElimina
  31. @Milù: Piacciono molto anche a me :-P, baci.

    @soleluna: Grazie Luisa, buon week end anche a te!

    @Alessandra: Fatina? Oh è un po' troppo ma mi piace :-D Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  32. buonaaa ti e' venuta benissimo !!!

    RispondiElimina
  33. ho fatto questo pomeriggio il plumcake di ricotta! ma totalmente differente da questa tua splendida Ricottorta! mi segno la ricetta!!!! :-)
    Micol

    RispondiElimina
  34. Sarà squisito il tuo plumcake! Hai fatto bene a segnare la ricetta, è una buonissima torta Micol!

    RispondiElimina
  35. ciao tania, mi sono innamorata di questa torta appena l'hai pubblicata, ma visto che sono più o meno a dieta aspettavo un motivo valido per poterla fare senza troppi sensi di colpa ed eccolo qui, è arrivato...sabato vengono a cena i "suoceri" per la prima volta!!! =)
    ma visto che il mio compagno detesta l'uvetta, che ne dici se la sostituisco con pezzetti di pera???
    grazie e tanti baci!!!
    silvietta

    RispondiElimina
  36. Ciao! Non so se sono ancora in tempo per darti una risposta, perdonami per il ritardo!
    L'occasione è sicuramente importante e visti i gusti del tuo compagno no all'uvetta e si alla pera ma che sia bella soda!
    Grazie a te e buona cena ;-) Baci.

    RispondiElimina
  37. fatta!!! decisamente è una torta buonissima, è entrata di diritto tra le mie preferite, soffice, elegante e delicata e la pera con cui ho sostituito l'uvetta era deliziosa accostata al cioccolato fondente ma....c'è un ma...perchè la frolla, dopo 10 minuti che era in forno a 200°, si era già scurita troppo!!! quindi ora mi chiedo: forse era il caso di coprirla per la prima mezzora con un foglio di alluminio o potevo abbassare il forno a 180°???
    cmq tania grazie perchè è stata un successone!!! ;)

    RispondiElimina
  38. Mi fa piacere che sia piaciuta, e poi pere e cioccolato sono un bell'abbinamento, doveva essere deliziosa!
    Si, per la frolla ti conviene abbassare la temperatura del forno ( altrimeni coprirla quando vedi che comincia a colorarsi, quindi all'inizio cuocerla scoperta).
    Grazie a te silvietta!

    RispondiElimina
  39. Wow con questa ricetta sei sul libro di cookaround, complimenti!!

    RispondiElimina
  40. Tania ho intenzione di provarla suuuuubito :)
    Posso sostituire l'amido che non ho in casa adesso con la farina?
    Grazie!!

    RispondiElimina
  41. Spero di essere in tempo! Si, puoi sostituire l'amido con la farina.

    RispondiElimina
  42. Ho scoperto ieri il tuo blog...ed ho subito provato la ricottorta....l'ho appena sfornata.Complimenti per le indicazioni semplici e precise delle dosi e del procedimento.
    Grazie:-)

    RispondiElimina
  43. Ciao Elisabetta! Grazie davvero, le cose che mi hai scritto mi fanno molto piacere!

    RispondiElimina
  44. ....nooooooooooooooo ieri ho provato a fare questa torta ma porca paletta devo aver sbagliato qualcosa.... mentre era ne forno la parte centrale ha cominciato ad alzarsi fino a quasi a uscire dalla tortiera e sicome avevo messo il forno a cottura sopra e sotto, sopra si e bruciacchiata....così ho cercato di rimediare togliendo la parte sopra e l'ho lasciata ancora un pò in forno, e alla fine si è cotta un pò troppo....forse era meglio se la cuocevo con il forno ventilato???

    RispondiElimina
  45. Ciao Monica! Strana sta cosa! In generale direi che ti conviene abbassare il forno di una ventina di gradi, lo statico è più forte di quello a gas, probabilmente tutto è stato causato dall'eccessivo calore. Per la parte superiore puoi coprirla con la carta alluminio quando vedi che si è colorata così continui la cottura senza il rischio di bruciarla. Lo statico va bene solo che è forte rispetto a quello a gas e quindi bisogna un po' regolarsi poi non saprei, non ho mai usato il ventilato :-D

    RispondiElimina
  46. Grazie del cosiglio, ci riproverò facendo così!!!

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin