lunedì 3 marzo 2014

Frittelle Dolci

Scroll down for English version
Ehm ehm...sono di nuovo qui! Devo ammetterlo, è difficile scrivere dopo tanto tempo. Forse è meglio se facciamo finta di niente. Il mio ultimo post è della settimana scorsa. Già, ma voglio ringraziare coloro che mi hanno scritto durante questo anno di assenza per sapere cosa fosse successo. Va tutto bene e anche se può sembrare strano, sono sempre stata qua, tra le mie e le vostre pagine. Ok basta ora, Carnevale è vicinissimo, dobbiamo friggere! Vi propongo una ricetta facile, da provare se non volete cimentarvi in chiacchiere, castagnole e tortelli ripieni.
Frittelle Dolci-Sweet Fritters

Ricetta della mamma, che fa queste frittelle lievitate soprattutto durante le feste natalizie. Noi le chiamiamo zeppole o zeppole a cucchiaiate. Non so quelle delle vostre, ma quasi tutte le ricette della mamma sono ad occhio cioè senza dosi certe. Siate pronti perciò ad aggiungere farina o acqua al bisogno ricordando che l'impasto deve essere quasi liquido.
Ingredienti:
200g di farina
100g di acqua tiepida o più
1 uovo
1 presa di sale
5g di lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
abbondante olio per friggere
zucchero semolato per cospargere

Procedimento
Sciogliamo il lievito nell'acqua insieme allo zucchero, aggiungiamo l'uovo, mescoliamo, quindi aggiungiamo la farina, lavoriamo ancora, uniamo il sale e mescoliamo ancora fino ad ottenere un impasto filante che lasceremo lievitare coperto da un sacchetto per alimenti fino al raddoppio di volume. Quindi con l'aiuto di un cucchiaino bagnato, prendiamo un po' d'impasto e lo lasciamo cadere nell'olio ben caldo. Friggiamo le frittelle finché non risulteranno ben dorate e poniamole su carta assorbente. Passiamole nello zucchero semolato. Serviamo.

English Version 
Yeast-Leavened Sweet Fritters
Ehm ehm...I'm back! I have to admit that is very difficult to write after so long.  We pretend like nothing ever happened. Last week I posted on my blog.  I want to thank the many people who have written to me during my absence. Strange as it may seem, I have always been here.  Well, Carnival is coming! I propose you an easy recipe, try it if you don't want to make chiacchiere, castagnole and stuffed tortelli. My mather makes this fritters especially during the Christmas holidays. We call them zeppole or zeppole a cucchiaiate. Doses are not sure therefore add flour or water if necessary, the dough must be almost liquid but add more flour if necessary.
Ingredients:
2 cups all purpose flour
1/2 cup warm water or more
1 egg
1/2 teaspoon salt
1 tablespoon sugar
0,17 oz fresh yeast
vegetable oil for frying
granulated sugar to sprinkle

Method
Dissolve the yeast in the water and the sugar, add the egg and work. Add the flour, salt and work until the dough is stringy. Cover with a plastic wrap and let rise in a warm place until doubled in volume. Take a bit of mixture with a wet teaspoon, drop into hot oil and fry until golden brown on each side. Place them on paper towels to drain. Roll in the sugar and and serve.
Condividi

venerdì 22 febbraio 2013

Pane Veloce Veloce a Lenta Lievitazione

Scroll down for English version
Ma è veloce veloce o è lento lento? Tutte e due! Molti di voi ricorderanno la ricetta del pane veloce veloce pubblicata tempo fa, quello che s'impasta con la forchetta in pochi istanti e che dopo due ore è già in forno. E ora? Ho eseguito la stessa ricetta mettendo pochissimo lievito così da lasciarlo lievitare tutta la notte, il risultato lo vedete in foto. L'idea, non è mia, ma è venuta dopo uno scambio di email con una lettrice del blog.


Pane Veloce Veloce a Lenta Lievitazione-Slow Rise "Quick Bread"

Ammetto di essere un po' in imbarazzo perchè lei, la lettrice non vuole essere citata. Però se non mi avesse scritto non credo che avrei provato la lunga lievitazione. Forse vi chiederete perché allungare così tanto i tempi dato che in tre ore il pane è pronto. Mettiamo che due di quelle tre ore non le avete perché siete impegnati, con il lavoro o altro allora ecco che la lunga lievitazione arriva in vostro aiuto. La sera impastate e la mattina dopo infornate. Ho pensato di condividere con voi il risultato, magari a qualcuno potrà ritornare utile. Inutile dire che quando si tratta di lievitati tanti sono i fattori in gioco: tipo di farina, temperatura ambiente, umidità, ecc. Con pazienza e perché no, un po' di fortuna, le soddisfazioni arrivano!

Ingredienti (per 3 filoncini):
500g di farina
370 ml di acqua tiepida
3g di lievito di birra
1 + 1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele

Procedimento
In una parte dell'acqua sciogliamo il lievito insieme al miele. In una ciotola mettiamo la farina, aggiungiamo il lievito sciolto e l'acqua mescolando rapidamente con una forchetta e infine mettiamo il sale: l'impasto risulterà molle e appiccicoso, non liscio. Spolveriamo la superficie con abbondante farina e lasciamo lievitare coperto per 8-10 ore. A questo punto prendiamo l'impasto e con l'aiuto di un leccapentola lo trasferiamo sulla spianatoia ben infarinata facendo in modo che la parte infarinata sia rivolta verso l'alto, lo dividiamo in tre filoni uguali (io li ho fatti diversi perché li ho infornati ad altezze diverse), e con delicatezza li trasferiamo in una teglia coperta da carta forno distanziati tra loro (possiamo anche mettere l'impasto direttamente sulla carta forno e dividere i filoni direttamente lì).
Inforniamo a 260° per circa 40' se usiamo il forno a gas altrimenti a 240° per circa 30' se usiamo il forno statico o ventilato, fino a doratura.
Pane Veloce Veloce a Lenta Lievitazione-Slow Rise "Quick Bread"

English Version
Quick Quick Bread
It's a quick quick or slow slow bread? Both. Perhaps, you remember this recipe, Yes, too quick and too easy to make, it’s ready in less two hour! You only need a bowl and a fork. I made the bread using 0,10 oz of fresh yest and I let it rise overnight at room temperature.  The idea is not mine. It
Condividi

mercoledì 6 febbraio 2013

Marmellata di Zucca


Scroll down for English version
Ora sembrerà che sono tornata perché ho tanta zucca da consumare ma no, non è così, credetemi! Intanto vi tranquillizzo dicendovi che il bel pezzo che avevamo è finito e, come ogni anno, per accelerare il consumo (soprattutto per fare contento papà che non ne va pazzo), ci faccio la marmellata. L'anno scorso l'ho aromatizzata con l'Amaretto di Saronno che ci sta benissimo, stavolta invece l'ho fatta semplice e l'ho lasciata asciugare molto.


Marmellata di Zucca-Pumpkin Marmalade

Anche la cannella ci sta molto bene. Se si decide di aromatizzarla, quando la marmellata raggiunge la giusta consistenza, si può aggiungere o qualche pizzico di cannella o mezzo bicchierino di liquore, quindi mescolare bene e riporre nei vasetti. Vale spendere una parola anche per la quantità di zucchero: penso sia bene regolarsi in base alla dolcezza dell'ortaggio. Quello che ho usato io era moooolto dolce per cui non ne ho messo tanto. Probabilmente, questo influirà sulla durata di conservazione ma pazienza.

Ingredienti):
500g di zucca a pezzetti (peso netto)
150g di zucchero

Procedimento
 Poniamo tutti gli ingredienti in una pentola a bordi. Portiamo a bollore e teniamo la fiamma bassa, sempre mescolando e schiacciando con un cucchiaio di legno, fino a quando la marmellata non raggiunge la consistenza desiderata, circa 40'. Possiamo verificarla facendo la prova piattino (versiamo un po' di marmellata su un piatto, se raffreddandosi non scivola è pronta). Spegnamo il fuoco. Mettiamo la marmellata nei vasetti , li capovolgiamo lasciandoli così per almeno 5'. Il giorno dopo è pronta per essere consumata.

Pumpkin Marmalade
Yes, I had so much pumpkin to eat! As in previous year I do a simple and dry jam.  
Condividi
Blog Widget by LinkWithin